Nasce Mic, la card annuale a 5 euro per visitare i Musei Civici


Nasce Mic, la card annuale a 5 euro per visitare i Musei Civici




Dalla primavera del 2018 i cittadini potranno entrare in tutti i musei civici
semplicemente acquistando la nuova tessera Mic che, al costo di 5 euro,
darà diritto per 12 mesi all’ingresso illimitato in tutti i siti del sistema Musei
in Comune, includendo la possibilità di visitare anche le mostre in corso
di svolgimento. L’agevolazione è riservata ai residenti a Roma permanenti
e temporanei. Questo è quanto stabilito da un emendamento alla delibera
propedeutica al Bilancio 2018-2020 che fissa i costi per i “servizi pubblici
a domanda individuale”, introdotto dalla Giunta e approvato in Assemblea
Capitolina.

 Ecco i Musei che aderiscono all’iniziativa

I Musei interessati dall’iniziativa sono: Musei Capitolini, Museo dell’Ara Pacis,
Museo dei Fori Imperiali – Mercati di Traiano, Museo di Roma, Museo di
Roma in Trastevere, Galleria d’Arte Moderna, Museo della Centrale
Montemartini, Musei di Villa Torlonia, Museo di Zoologia, che vanno ad
aggiungersi a quelli che già oggi sono a ingresso completamente gratuito
(Museo Napoleonico, Museo di scultura antica Giovanni Barracco,  Museo Carlo
Bilotti, Museo Canonica, Museo delle Mura, Museo della Repubblica Romana e
della Memoria garibaldina, Villa di Massenzio e Museo di Casal de’ Pazzi).

È questa la prima grande novità con cui Roma si prepara a celebrare il 2018,
Anno Europeo del Patrimonio Culturale.




Le dichiarazioni delle istituzioni

Una grande opportunità per chi vive a Roma. Avere la possibilità di entrare
nei musei e visitare liberamente le mostre, al solo costo di 5 euro l’anno,
vuol dire potersi riappropriare degli spazi culturali cittadini, vuol dire sentirsi
a casa in tutta Roma. Mi auguro che questo strumento permetta a chi vive
nella Capitale di trascorrere più tempo nei luoghi della cultura, per conoscere,
scoprire e approfondire l’immenso patrimonio storico e artistico così come la
vita culturale contemporanea della nostra città.

Si esprime la Sindaca di Roma Virginia Raggi.

Questo è un passo decisivo verso l’accessibilità e la fruibilità della cultura per chi vive a
Roma. I nostri Musei sono e saranno sempre di più delle grandi piazze pubbliche, dei
luoghi in cui dare qualità al proprio tempo insieme agli altri.
L’obiettivo è generare curiosità nelle persone, offrirgli l’occasione di passare
diversamente anche solo una parte della propria giornata e attrarre sempre più coloro
che normalmente hanno minori opportunità di accesso a questi luoghi. Dobbiamo
essere tutti grati alla Sovrintendenza Capitolina per il lavoro che ogni giorno fa il cui
successo è la condizione che ha reso possibile l’introduzione di questa libertà.

Il commento del Vicesindaco con delega alla Crescita Culturale Luca Bergamo.

Questo emendamento congiunto Assessorato alla Crescita Culturale e Commissione
Cultura segna un traguardo importante per l’Amministrazione e per i cittadini, che
liberamente e per tutto l’anno potranno godere della ricca e viva offerta culturale
della nostra città. Abbiamo dimostrato che è possibile concretizzare quello che è
scritto nell’articolo 27 della Dichiarazione Universale dei diritti umani: ogni individuo
ha diritto di prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità, di godere
delle arti e di partecipare al progresso scientifico ed ai suoi benefici Vogliamo che chi
vive a Roma possa riscoprire nei musei dei veri e propri centri di incontro, scambio e
aggregazione.

Lo dichiara la Presidente della Commissione Cultura Eleonora Guadagno.

Quando partirà il progetto

La campagna di lancio di Mic partirà dalla primavera del 2018, anche attraverso le
Biblioteche di Roma, sarà diffusa sul tutto il territorio e avrà particolare attenzione
verso le comunità di stranieri e italiani di seconda generazione residenti in città,
individuando strumenti e proposte che possano rendere attraente il nostro sistema
museale ai tanti nuovi cittadini della Capitale.

 

 



Avatar
Informazioni su Samantha Lombardi 322 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Scrittrice con all'attivo due libri pubblicati, collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.