Alla fine della città, narrazione, arte e viandanze dal 4 al 20 novembre


narrazione




“Alla fine della città”, dal 4 al 20 novembre 2022, è una rassegna del contemporaneo tra metropoli e campagna, letteratura e follia, narrazioni e mappe interattive. Una rassegna multidisciplinare che prevede reportage fotografici e radiofonici, reading, laboratori, proposte per esplorazioni/itinerari a piedi e a pedali, podcast di letture ad alta voce, consulte cittadine e incontri online, azioni urbane performative e azioni guidate di movimento.

Il progetto triennale

Il progetto triennale, arricchito dalla cronaca fotografica immediata (istantanee) di Simona Filippini e raccontato nel radiodocumentario di Marzia Coronati, si svolge nel XIV Municipio, porta nord ovest di accesso alla città, lungo la traiettoria che va da Valle Aurelia al borgo di Santa Maria Galeria. In particolare nel 2022, come la punta di un compasso, pone il fulcro stanziale nell’area di Casal del Marmo, tra agricoltura biologica, scuola di base, Centro sportivo bocciofilo Roma nord ed ex manicomio Santa Maria della Pietà, e traccia le tappe itineranti nelle aree verdi: Monumento naturale Galeria Antica, giardini del Complesso del Santa Maria della Pietà, ciclabile Monte Mario.

Il progetto, promosso da Roma Capitale-Assessorato alla Cultura, è vincitore dell’Avviso Pubblico Contemporaneamente Roma 2020 – 2021 – 2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE.




Volare. Si può volare con i piedi a terra e le gambe in acqua, si può volare con i pensieri e le parole, si può volare nella natura e nella letteratura, si può volare indietro nel passato e avanti nella fantasia. “Alla fine della città” progetto, rassegna, festival, dopo aver esplorato il primo anno il verbo accendere e il secondo anno il verbo creare, stavolta “Alla fine della città” si dedica al volare. Che è tempo infinito ma anche imperativo, che è antica aspirazione ma anche continua ispirazione, che è un minimo comune multiplo ma anche un massimo comune divisore, dalla letteratura allo sport, dall’arte alla danza.

Il volo di un’atleta

Il volo di un’atleta, che cerca di migliorarsi e superarsi per raggiungere la perfezione, tra acrobazie e prodezze, salti e spirali, avvitamenti e spaccate, bracciate e gambate, un matrimonio tra forza e grazia, tra acqua e aria, una danza sportiva, uno sport danzato. Come per Linda Cerruti, campionessa italiana e vicecampionessa europea e mondiale nel nuoto sincronizzato.

Il volo sopra i muri di un manicomio, un volo onirico e speciale, istintivo e sfrenato, represso e accompagnato, solitario e incompreso. Come in un testo di Renato Sarti letto da Daria Deflorian, autrice e attrice, e commentato da Massimo Cirri, giornalista e scrittore.

Il volo nei resti di un borgo sospeso nel tempo, quello di Galeria Antica, fra memorie e suggestioni, pietre e piante, con il geologo e naturalista Umberto Pessolano, e il volo nei disegni di una metropoli in lotta con il tempo, quella di Roma, fra qualità ambientale ed esistenze sostenibili, con l’urbanista Roberto Pallottini.

Il volo, l’eterno volo di Pier Paolo Pasolini, i suoi voli in bicicletta, tra viaggi e incontri, tra sport e letteratura, qui nelle letture dell’attore Gabriele Benedetti, le note dell’organettista Alessandro D’Alessandro e i racconti del giornalista Marco Pastonesi, allestito nel Centro sportivo bocciofilo di Roma nord, dove a volare di solito sono le bocce. Ma anche il sentiero ciclabile a Roma, da Valle Aurelia a via Pier Paolo Pasolini, ripercorso con i soci di Fiab Roma RuotaLibera, VediRomaInBici e Fiab Roma BiciLiberaTutti.

Il volo, sognato e guidato, performativo e sfumato, dentro, intorno e fuori i confini, nello spazio e verso la Luna, con un’azione guidata del coreografo e danzatore Salvo Lombardo, un’azione urbana della coreografa e danzatrice Chiara Marolla,   un’azione “cantastoriata” dedicata all’Astolfo dell’”Orlando furioso”, con l’attrice Caterina Acampora e i teatrini in miniatura dell’artista Fernanda Pessolano.

L’ultimo volo di una documentazione triennale, quello nei ricordi di un luogo, il Santa Maria della Pietà, tra parco e film, piste ciclabili e complesso ospedaliero, un luogo storico anche perché fatto di mille storie, raccolte in un itinerario sonoro/radiodocumentario di Marzia Coronati e di un municipio, il XIV, con un racconto fotografico, delicato e profondo, aereo e terreno, opera della fotografa Simona Filippini, inserito in RomeLOVE#14, 29 anni di istantanee su Roma, curato da Chiara Capodici e allestito nella Galleria ACTA International.

Questi e altri voli: fotografici e artistici, itineranti e laboratoriali, musicali e teatrali. Perché è vero che il tempo vola, ma vola anche chi fugge e chi insegue, chi annota e chi registra, chi installa e chi mostra, chi cammina e chi pedala, chi si ferma e chi sprinta.

Tutti gli incontri e i materiali visibili sul sito associazioneticonzero.it e FB alla fine della città e FB biblioteca della bicicletta Lucos Cozza

Attività gratuite. Prenotazione obbligatoria

Collaborano: Caterina Acampora, attrice; Fabrizio Alviti, musicista; Anna Becchi (StreetsforKids); Gabriele Benedetti, attore; Fabrizio Benvenuti (RomaServiziMobilità); Sonia Boffa, attrice; Chiara Capodici, curatrice esperta in fotografia; Roberto Cavallini, guida Fiab Roma RuotaLibera; Linda Cerruti, sincronetta campionessa italiana e vicecampionessa europea e mondiale; Massimo Cirri, giornalista; Marzia Coronati, giornalista e documentarista; Alessandro D’Alessandro, musicista; Daria Deflorian, autrice e attrice; Andrea Filabozzi, guida Fiab Roma BiciLiberaTutti; Simona Filippini, fotografa; Alfredo Giordani (Vivinstrada) Laura Gnosini, grafica; Marco Guidi, tecnico luci; Salvo Lombardo, coreografo e danzatore; Federica Mancini, artista; Chiara Marolla, danzatrice; Carlo Molinari, videomaker; Maria Morhart, operatrice culturale; Irene Aurora Paci, radioregistrazione; Roberto Pallottini, urbanista; Marco Pastonesi, scrittore e giornalista sportivo; Benedetto Patruno, attore; Fernanda Pessolano, artista e operatrice culturale; Umberto Pessolano, geologo e naturalista; Paolo Pizzuti, guido di Fiab Roma BiciLiberaTutti; Roberto Sapia (Socitras), Renato Sarti, attore e drammaturgo; Christian Silvi, videomaker; Cinzia Sità, coreografa e danzatrice; Ilaria Troncacci, operatrice culturale; Mauro Tanfi (FCI), Piero Tucci, guida VediRomaInBici; Istituto comprensivo Pablo Neruda; Associazione Cantieri dello spettacolo; Associazione Chiasma; Biblioteca della bicicletta Lucos Cozza; Roma Agricola; Centro Bocciofilo Roma Nord; Consulta cittadina sicurezza stradale; VediRomaInBici; Fiab Roma BiciLiberaTutti; Fiab Roma RuotaLibera.

PARTECIPAZIONE GRATUITA E PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Info e prenotazioni: Ti con Zero 3498728813

bibliotecadellabicicletta@gmail.com

www.associazioneticonzero.it

FB alla fine della città e Instagram Bibliotecadellabicicletta




Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.