Pompei, Renzi e Franceschini inaugurano sei nuove domus restaurate: “Simbolo dell’Italia che riparte”





Le sei nuove domus restaurate e inaugurate oggi a Pompei “sorprendereanno, stupiranno ed emozioneranno” i visitatori. Parola del presidente del Consiglio Matteo Renzi, che aggiunge: “Pompei è sempre un’esperienza nuova, un’esperienza che cambia chi la visita”.

Poi, il presidente del Consiglio insiste: “L’Italia è nelle condizioni di dire basta con le opere incompiute, lasciate a metà. Il 24 agosto del 2017 dovremo terminare la fase straordinaria” dei lavori a Pompei “per dire che finisce definitivamente la stagione in cui Pompei era in ritardo”.

Infine, “chi si lamenta, guardi ai fatti- conclude Renzi- Pompei era tutti i mesi sui giornali perché c’era qualcosa che non funzionava, ora è il simbolo dell’Italia che riparte”.

“Quello che è avvenuto in questi due anni a Pompei dimostra che quando in Italia sappiamo lavoarare come una squadra vinciamo anche le sfide più difficili“, afferma il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, a Pompei per l’inaugurazione di 6 nuove domus restaurate. “E’ stato un lavoro importante e silenzioso, lontano dai riflettori per tanti mesi. I risultati stanno arrivando– aggiunge- c’è ancora altro lavoro da fare e siamo orgogliosi di farlo, perché tutto il mondo guarda Pompei, è un sito patrimonio dell’umanità”.






Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.