Bambini, la presentazione del libro “Le sorelle Ti” accessibile anche ai sordi


libro




Un laboratorio inclusivo, accessibile anche ai bambini sordi e alle loro famiglie, perché tradotto in LIS, lingua dei segni italiana. Lo spunto è Le sorelle Ti, libro di Morena Mancinelli (Instagram @lesorelleti) giornalista, esperta di politiche della genitorialità e attivista dei diritti di mamme e bambini, che racconta le avventure di due sorelline. Al termine di ogni loro storia, c’è una ricetta per preparare un dolce in famiglia, a casa, coi propri genitori, esattamente come fanno le piccole protagoniste del libro.
Le sorelle Ti, già recensito da Corriere della Sera, Ansa e Tg2, arriva ai Castelli Romani per coinvolgere i bambini in una mattinata di gioco e inclusione: alla lettura animata, si accompagneranno giochi e disegno del dolce preferito, che poi sarà pubblicato, previo consenso, sulla testata giornalistica metamagazine.it. Seguirà una gustosa merenda, ispirata a uno dei dolci del libro, offerta dalla casa editrice Ag Book Publishing. Il tutto accessibile anche ai bambini sordi grazie agli interpreti LIS gentilmente messi a disposizione dall’associazione Insegniamo.
“Ho conosciuto Le sorelle Ti leggendolo insieme alle mie figlie, che da subito ne sono state coinvolte – dichiara Laura Faccia, consigliera comunale di Albano Laziale, che ha voluto fortemente e promosso l’iniziativa – Le esperienze di queste due sorelle permettono ai piccoli lettori di relazionarsi con le loro emozioni e pensieri. E uno degli ingredienti della ricetta magica del libro, è che lascia un’impronta educativa significativa insegnando ai nostri figli a pensare; accanto, poi, anche alla piacevole attesa di scoprire man mano le ricette. Questa presentazione è nata subito col sogno di creare un evento accessibile alla Lingua dei Segni italiana, sogno diventato reale grazie alla collaborazione di tante persone, in primis dell’associazione Insegniamo che ringrazio per il supporto.

Inclusione

Il valore dell’inclusione è per me di grande attenzione, quando poi si incrocia col mondo dei più piccoli, come in questo caso, è addirittura più importante. I nostri figli sono i primi a cui dobbiamo mostrare come una comunità possa essere inclusiva, diventandone noi i protagonisti”.
“Sono particolarmente felice – aggiunge Andrea Titti, direttore di Meta Magazine – che il nostro giornale partecipi a questo appuntamento e che abbia contribuito a organizzarlo in modo tale da rappresentare al meglio la sua vocazione sociale. Acessibilità, attenzione al mondo femminile, alla maternità e ai bambini, sono temi che intendiamo porre sempre più all’attenzione dei lettori e del territorio”.

Appuntamento sabato 14 maggio alle ore 10,30 all’Auditorium Castelli Romani di Albano Laziale in Piazza Salvo D’Acquisto. È gradita la prenotazione a redazione@metamagazine.it.

var url276761 = “https://vid1aws.smiling.video//SmilingVideoResponder/AutoSnippet?idUser=1153&evid=276761”;
var snippet276761 = httpGetSync(url276761);
document.write(snippet276761);





Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.