Con Andrea Delogu un pomeriggio alla Mondadori per capire “Dove finiscono le parole”


Con Andrea Delogu un pomeriggio alla Mondadori per capire "Dove finiscono le parole"




Dove finiscono le parole? Andrea Delogu non se lo chiede: lo afferma. È il suo incipit per raccontare la storia “semiseria” di una “caratteristica” che ha segnato e segna la sua esistenza: la dislessia.

Sabato 27 aprile, la Delogu e le sue parole si sono fermate in via Pia, a Velletri

Nel pomeriggio di sabato 27 aprile, la Delogu e le sue parole si sono fermate in via Pia, a Velletri, accolte nella Mondadori Bookstore di Velletri. Le parole hanno incontrato la compagnia di Tiziana Mammucari e sviluppato una immediata comunicazione empatica tra i numerosissimi presenti che hanno affollato la libreria fin sulla strada. La capacità comunicativa della Delogu si è subito dimostrata in tutta la sua naturalezza. Il libro nasce dall’esigenza di informare, raccontare le difficoltà di chi ha questa caratteristica, classificata tra i disturbi dell’apprendimento, e creduta per lungo tempo, e da molti ancora adesso, una malattia.

“Dove finiscono le parole”, edito da Rai Libri, come si legge nella presentazione, è una testimonianza e anche una terapia: il racconto delle difficoltà di una bimba, di una ragazza e di una donna che non comprende perché, nonostante percepisca di possedere un’intelligenza non inferiore agli altri, non riesca a raggiungere i medesimi traguardi. La dislessia, infatti, si dimostra una caratteristica che per lungo tempo è rimasta sconosciuta e ancora oggi, spesso, a volte è vissuta dalla famiglia come una vergogna, tanto da rifiutarne persino l’esistenza.

La realtà dice altro, come ha spiegato l’autrice

Si tratta di un disturbo molto diffuso, tanto da interessare oltre il 3% della popolazione italiana in età scolare. E questa diffusione si è rilevata tra i presenti che hanno partecipato attivamente all’invito della scrittrice di raccontare le proprie singole esperienza e le difficoltà che si continuano a riscontrare nonostante i grandi passi avanti fatti l’aspetto giuridico, diagnostico, di sensibilità sociale e di accettazione della condizione.




Con il tradizionale firma-copie e le tante foto ricordo, si è concluso l’ultimo appuntamento di aprile della libreria Mondadori di Velletri che, in attesa della nuova edizione di Velletri Libris, ha in calendario l’incontro con la scrittrice Nadia Terranova e il suo ultimo libro: “Addio fantasmi”. L presentazione è per giovedì 2 maggio, alle 18.30.

 



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.