Canova, arte, musica e scena. Un successo alla galleria Nazionale di Arte Moderna di Roma


Canova, arte, musica e scena. Un successo alla galleria Nazionale




Tutto esaurito alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma che ha ospitato l’evento Canova. Arte, Musica e Scena. Una serata di musica e parole dedicata al grande artista per la presentazione del volume di pregio a tiratura limitata e numerata edito da UTET Grandi Opere, “Canova.

Il segno della bellezza” con i testi del Prof. Giuseppe Pavanello e 75 opere fotografiche delle sculture canoviane dal maestro Mimmo Jodice, grande interprete della fotografia contemporanea che ha firmato personalmente l’immagine fotografica incastonata sulla copertina dal titolo “La Venere Italica”. Il volume, composto da circa 400 pagine, contiene testi raccolti in tre sezioni “Canova scultore”, “Canova pittore, disegnatore e incisore” e “Come lavorava Canova”.

Canova, arte musica e scienza

Alle fotografie di Jodice, si aggiungono più di 100 immagini di opere in gesso, pitture a tempera e a
monocromo, bozzetti, disegni e incisioni di Canova realizzate dal fotografo Alfredo Dagli Orti tramite
campagne fotografiche apposite presso il Museo Canova di Possagno e la Sezione Canova del Museo
Civico di Bassano del Grappa
. L’opera è accompagnata da tre incisioni d’arte tratte da opere
originali canoviane
custodite presso il Museo Civico di Bassano del Grappa e realizzate al torchio
secondo l’antica tecnica calcografica presso la Stamperia d’Arte di Luigi Berardinelli in Verona.




Un volume straordinario per celebrare, nell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, il grande artista
famoso in tutto il mondo. Alla presenza del Maestro Mimmo Jodice, sono intervenuti all’evento Fabio
Isman
, giornalista e scrittore, Claudio Strinati, storico dell’arte e Giuseppe Pavanello, professore di
Storia dell’Arte moderna presso l’Università di Trieste e autore dei testi del volume.

Un evento di un enorme successo

Per la Casa Editrice UTET Grandi Opere, sono intervenuti Marco Castelluzzo, Presidente e
Amministratore Delegato ed Enrico Cravetto, Direttore editoriale e, per il Gruppo Cose Belle d’Italia di
cui UTET Grandi Opere è parte, l’amministratore delegato Mauro Gilardi. Nutrito il parterre delle
personalità presenti, Francesca Maria Greco, diplomatico, già Ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede,
Carlo Visconti, Segretario Generale della Corte Costituzionale, Gianni Letta, Mario Venezia, Presidente
Fondazione Shoah
, Roberta Neri, Amministratore Delegato ENAV (Ente Nazionale per l’Assistenza al Volo),
Rossella Vodret, Storica dell’Arte, già Soprintendente per il Polo Museale di Roma, Michelangelo Nardella,
Direttore della Cappella Musicale Pontificia – Schola Puerorum, Carlo Fabiano, Direttore per la Musica da
Camera dei Corsi Alta Formazione Accademia Santa Cecilia
, Ernesto Lupo, membro del Consiglio Superiore
della Magistrature ed ex presidente della Corte di Cassazione
, il magistrato Angelo Gargani, Garante per il
Contribuente Regione Lazio
.

Grande musica in conclusione

Al termine della presentazione, grazie alla collaborazione con i Corsi di Alto Perfezionamento
dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, il Quartetto Evan, composto da Maddalena Giacopuzzi al
pianoforte, Clarice Binet al violino, Margherita di Giovanni alla viola e Chiara Burattini al violoncello,
ha eseguito il Quartetto per pianoforte e archi n.1 in sol minore K 478 di Wolfgang Amadeus Mozart, il
grande compositore austriaco contemporaneo di Canova. La serata si è conclusa in bellezza con la visita
all’Ercole e Lica di Canova.



Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.