Cultura, Franceschini: “Nasce Forum Italia-Cina, sarà strumento operativo per promuovere beni culturali”





 

Oggi a Pechino, il ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini e il ministro della cultura della Repubblica Popolare cinese, Luo Shugang, hanno firmato un importante atto internazionale che sancisce la nascita del Forum Culturale Italia-Cina e che permetterà di aumentare gli scambi e le collaborazione tra musei, teatri, fondazioni, grandi festival ma anche di favorire scambi di esperienze e tecnologie nella tutela e restauro dei beni culturali e nella promozione delle coproduzioni cinematografiche.  “Il Forum culturale Italia Cina – ha dichiarato il ministro Franceschini – sarà una piattaforma operativa per  promuovere concrete forme di cooperazione fra i due Paesi. Uno strumento che mancava e che saprà rispondere alle tante attese che il mondo culturale cinese ripone nel nostro paese. Abbiamo gettato le basi per una collaborazione culturale e turistica a tutto campo, il forum servirà a cementare i sentimenti di amicizia e di reciproca ammirazione proseguendo quel rapporto millenario iniziato da Marco Polo e Matteo Ricci”.

Ecco nel dettaglio di cosa si occuperà il Forum culturale Italia-Cina.

  • reciproca conoscenza della civiltà, della cultura e della storia dei due Paesi;
  • scambi e collaborazione tra musei, teatri, fondazioni, grandi festival;
  • scambi e collaborazione nei settori cinematografico, musicale, dell’arte classica e contemporanea;
  • scambi tra curatori di mostre d’arte;
  • scambi e collaborazione nel settore del design e delle industrie della creatività;
  • circuitazione delle esposizioni di beni culturali e reperti museali;
  • scambio di esperienze e tecnologie nella tutela e restauro dei beni culturali, in particolare: divulgazione e utilizzo di tecnologie valutative dei rischi e della conservazione dei beni culturali;
  • cooperazione nel settore della lotta contro il furto, lo scavo illecito, l’importazione e l’esportazione illecite di beni culturali, contrastando il traffico illecito dei beni culturali;
  • conoscenza e valorizzazione delle città d’arte, in chiave turistica e di collaborazione culturale;
  • cooperazione e scambi tra le istituzioni e le comunità locali dei  Siti Patrimonio UNESCO dei due Paesi;
  • collaborazione nel settore del turismo, ivi inclusa la divulgazione di percorsi turistici alternativi;
  • realizzazione di ogni altra iniziativa, nell’ambito del Forum, che persegua obiettivi di reciproco interesse in tema di collaborazione culturale.





Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.