F1: Verstappen domina il GP del Messico e allunga su Hamilton





È da poco andato in scena il GP del Messico che ha visto trionfare ancora una volta Max Verstappen. Come raccontato da SkySport.it, l’olandese ha condotto la gara dal primo all’ultimo giro riuscendo così ad allungare in classifica su Lewis Hamilton che in Messico ha chiuso secondo e che nel mondiale ora dista 19 punti. Terzo, invece, il padrone di casa Checo Perez che da qualche GP a questa parte sta dimostrando di meritare la conferma in Red Bull.

L’olandese è ormai pronto per vincere il mondiale

A soli 24 anni Max Verstappen è ormai la stella del campionato di F1. L’olandese in queste stagioni è cresciuto in una maniera impressionante, ha limato gli spigoli del suo carattere e ormai si esprime a livelli stellari in ogni GP. Ciò che impressiona maggiormente di Max è la solidità mentale dimostrata nei momenti di difficoltà che gli ha permesso di non mollare anche quando il campionato sembrava indirizzato verso Hamilton. Proprio il britannico, alla disperata ricerca dell’ottavo titolo mondiale che lo renderebbe il pilota più vincente di sempre, sembra ormai aver accettato la superiorità del rivale anche se la sensazione è che darà tutto sé stesso sino all’ultima curva dell’ultimo Gran Premio. Con 19 punti di vantaggio a novembre Verstappen secondo le scommesse di Planetwin365 è ormai il favorito indiscusso per la vittoria del mondiale, ma l’olandese nelle tre gare che mancano da qui al termine della stagione non potrà permettersi passi falsi. Come raccontato sul sito di Motorsport.it un ruolo decisivo in questi ultimi impegni lo giocheranno anche i rispettivi compagni di squadra, con Perez che cresce di GP in GP e Bottas che ormai sembra aver staccato la spina.




Le Ferrari e Giovinazzi non sorridono

Chi invece non sorride sono i tifosi azzurri che anche in Messico si sono dovuti accontentare di una prestazione sotto tono da parte dei propri beniamini. Mentre Giovinazzi è stato ancora una volta inspiegabilmente sabotato dall’Alfa Romeo Sauber che dall’inizio di stagione lo penalizza con delle strategie a dir poco discutibili, Sainz e Leclerc continuano a comportarsi bene ma la vettura a loro disposizione non è ancora competitiva. Come ci racconta il Corriere della Sera, il quinto e il sesto posto conquistato in Messico permette alle Rosse di allungare sulle McLaren e di consolidare il terzo posto nella classifica costruttori, ma le ambizioni dei tifosi della casa di Maranello sono ben altre e questi risultati deludenti non sono più tollerati. In vista del prossimo mondiale, con il cambio regolamentare che dovrebbe riaprire i giochi, Binotto promette che le Ferrari saranno competitive in ottica titolo, ma la sensazione è che anche le altre lo saranno e che ancora una volta ci sarà da faticare più del dovuto.

Il campionato di F1 2021 si avvia alle fasi conclusive e in testa alla classifica Max Verstappen si gode il primato provvisorio. L’olandese ha 19 punti di vantaggio sul Lewis Hamilton e nelle tre gare che mancano da qui al termine della stagione potrebbe accontentarsi di due secondi posti. Conoscendo Max di sicuro non si accontenterà e non vediamo l’ora di scoprire come alla fine si concluderà questa lotta tra due fuoriclasse assoluti.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.