Roberto Knobloch presenta ‘La professione dell’archeologo’, il 14 dicembre a Spazio5





Mercoledì 14 dicembre, alle 19.00
Roberto Knobloch presentaLa professione dell’archeologo
conversando con il Presidente ANA Salvo Barrano.

La storia dell’archeologia italiana come non era mai stata raccontata finora: non l’evoluzione di una disciplina scientifica ma la nascita e lo sviluppo di un mestiere, dalla metà del Novecento ai giorni nostri. E’ questo l’argomento di “La professione dell’archeologo” (Dielle Editore, 2016). Con l’autore, Roberto Knobloch, converserà Salvo Barrano, archeologo libero professionista e presidente dell’Associazione Nazionale Archeologi, e diversi giornalisti ed esponenti del Ministero dei Beni Culturali e del mondo accademico.

Quanti sono i libri che raccontano la storia dell’archeologia come scienza? Quanti i testi, accademici o divulgativi, che descrivono le attività dell’archeologo? Tanti. Ma esiste un libro che racconti la storia dell’archeologia italiana come professione? Superando i tanti e a volte opposti luoghi comuni, che vanno dal “con la cultura non si mangia” al “potremmo vivere di solo turismo culturale”, il libro ripercorre lo sviluppo dell’archeologia italiana da “hobby dei re”, com’era ancora alla metà del Novecento, ad attività professionale continuativa e a scopo di profitto, al pari di come essa viene intesa nei moderni Paesi europei. Il racconto si snoda in una sorta di “storia parallela” dell’Italia del Dopoguerra, in cui le trasformazioni economiche e sociali fanno da cornice e motore agli avvenimenti che hanno disegnato la politica dei beni culturali nel nostro Paese; e al termine della narrazione emergono tutte le contraddizioni e i limiti che caratterizzano l’archeologia italiana rispetto al resto dell’archeologia europea. Il libro si chiude con uno sguardo sull’attuale situazione del mercato del lavoro archeologico e sulla riforma del Ministero dei Beni Culturali attualmente in corso.
L’autore

Roberto Knobloch è nato a Bergamo nel 1980. Si è laureato a Milano e successivamente diplomato alla Scuola di Specializzazione Archeologica dell’Università “La Sapienza” di Roma. Le sue pubblicazioni riguardano principalmente l’Italia settentrionale durante la Seconda Età del Ferro. E’ tra i soci fondatori dell’Associazione Nazionale Archeologi, per la quale ha ricoperto incarichi a livello locale e nazionale.






Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.