Ronciglione – “Roncionesi, gente e storie che fanno la nostra memoria”, grande successo





“Serate come questa servono a risvegliare il senso di appartenenza comunitaria che risiede in ognuno di noi, attraverso l’immedisimazione in storie, racconti e personaggi che hanno fatto la nostra memoria. Vedere un tale coinvolgimento emotivo da parte dei presenti – ha commentato l’assessore Daniela Sangiorgi – è per me motivo di orgoglio e speranza, affinché le divisioni possano essere superate con lo scopo di perseguire il bene comune ed apprezzare tutte le bellezze che Ronciglione ha da offrirci”.
Entusiasmo, condivisione ed appartenenza. Parole chiave di una manifestazione, quella dedicata ai ronciglionesi, che anche quest’anno ha divertito e commosso. Il teatro comunale Ettore Petrolini ha registrato, nella serata di ieri 17 dicembre, il tutto esaurito, decretando così il successo della seconda edizione di “Roncionesi – Gente e storie che fanno la nostra memoria”.
Voluta dal Comune di Ronciglione, in collaborazione con la cooperativa sociale “Gli Aquiloni” e l’associazione Juppiter, la serata ha voluto farsi portavoce di un senso di unione comunitaria che spesso si perde in divisioni e contrasti, ricordandolo attraverso le storie e i racconti dei ronciglionesi stessi, di tutte le età.

Protagonisti i quattro panifici storici del paese, l’emporio Tombini e il maestro d’arte Antonio Orlandi, premiati con un riconoscimento fotografico di alcuni degli scorci più suggestivi di Ronciglione, realizzato per l’occasione da alcuni fotoamatori della cittadina.

E poi ancora rubriche e racconti su personaggi quanto mai caratteristici, filastrocche dialettali, contributi video di ronciglionesi dal mondo e collegamenti via Skype da New York, Berlino ed Algeri: “Del nostro paese ci manca tutto, la famiglia, gli affetti, il nostro lago e la buona cucina. Ronciglione è un paese meraviglioso, sappiatelo apprezzare e siate uniti”, questo l’appello di molti dei concittadini in diretta dall’estero alla platea presente, divertita e commossa allo stesso tempo.

FOTO: STEFANO CIUCCI






Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.