Incontri sul romanzo giallo, i protagonisti della kermesse


Incontri sul romanzo giallo, i protagonisti della kermesse




Incontri sul romanzo giallo, moltissimi gli ospiti e i relatori che saranno presenti alla kermesse dedicata al noir e al giallo. Protagonisti provenienti da tutto il mondo con le proprie caratteristiche che influenzano la loro scrittura.

Incontri sul romanzo giallo I PROTAGONISTI

Rosa Ribas (El Prat de Llobregat, Barcellona, 1963)

Scrittrice spagnola che si dedica principalmente al genere del romanzo noir. È laureata in Filosofia Ispanica all’Università di Barcellona e la sua tesi di dottorato verteva sulla consapevolezza linguistica dei viaggiatori tedeschi nel XVI e XVII secolo.  Dal 1991 vive in Germania, dove ha sviluppato una carriera come docente e autrice. Ha pubblicato il suo primo romanzo nel 2006: El pintor de Flandes. Ha realizzato varie serie di romanzo noir, come quella dove recita la parte del protagonista il commissario ispano-tedesco Cornelia Weber-Tejedor. Con l’opera Don de lenguas ha ottenuto una menzione d’onore al Premio Hammett 2014 nella Settimana Nera di Gijón. In collaborazione con Sabine Hofmann ha realizzato i seguenti romanzi polizieschi: Don de lenguas ed El gran frío. Oltre ad essere una traduttrice, collabora anche come curatrice e lettrice per la casa editrice tedesca Edition Reichenberger.

Lorenzo Silva (Madrid, 1966)

Laureato in Diritto all’Università Complutense di Madrid, ha scritto diversi racconti, articoli, saggi letterari e, principalmente, romanzi di genere poliziesco. Tra quest’ultimi spiccano: El alquimista impaciente, Premio Nadal nel 2000, o La marca del meridiano, Premio Planeta nel 2012, dove sono presenti due dei suoi personaggi più famosi, la coppia della Guardia Civile formata da Rubén Bevilacqua e Virginia Charmorro. Inoltre, ha scritto sia libri di saggistica sia libri dedicati a bambini e giovani. 




Giancarlo De Cataldo (Taranto, Italia, 1956)

Accompagna il suo lavoro da giudice del Tribunale Penale di Roma con la produzione letteraria e la traduzione. Collabora con riviste e giornali come “La Repubblica”, “Il Messaggero”, “L’Unità” o “Corriere della Sera Magazine”. Nel 2006 porta a termine un progetto per la Rai, “Crimini”, una serie tv scritta da grandi autori italiani. Tra i libri pubblicati con la casa editrice Einaudi troviamo: Teneri assassini (2005), Nero come il cuore (2006), Nelle mani giuste (2007), Onora il padre (2008), Traditori (2010). Tra le sue ultime pubblicazioni: Io sono Libanese (2012), prequel di Romanzo Criminale, Int’allu Salento (2012) e Suburra (2013), scritto insieme al giornalista della “Repubblica” Carlo Bonini.

Ilaria Tuti (Gemona del Friuli, Italia, 1976)

Da piccola voleva diventare una fotografa, ma studia Economia. Ilaria Tuti inizia a scrivere nel 2011 piccoli racconti horror e di fantasia, con i quali partecipa ad alcuni concorsi online dove vince anche dei premi. È un’appassionata dei romanzi di Stephen King e Donato Carrisi.  Quest’ultimo, la ispirò a prendere la giusta strada per la creazione dei suoi romanzi. Il thriller “Fiori sopra l’inferno”, pubblicato da Longanesi nel 2018, è stato il suo libro debutto.

José Miguel Tomasena (Città del Messico, 1978)

Laureato in Filosofia, ha lavorato come giornalista per diversi mezzi di comunicazione, essendo editore per otto anni della rivista Magis. È autore del romanzo La caída de Cobra (2016) e del libro di racconti ¿Quién se acuerda del polvo de la casa de Hemingway? grazie al quale ha ricevuto il Premio Bellas Artes de Cuento San Luis Potosí nel 2013. È inoltre co-sceneggiatore del documentario Retratos de una búsqueda.

Marcos Tarre Briceño (New York, 1950) 

Marco Tarre, laureato in Architettura e non solo: romanziere, autore di racconti, sceneggiatore, editore, conferenziere e colonnista per diversi giornali. Tra i suoi romanzi risaltano quelli ambientati in America Latina che mostrano una realtà sociale segnata dalla violenza e dalla delinquenza. Il suo primo romanzo, Colt Commando 5.56, pubblicato nel 1983, è diventato un best seller e successivamente un film, dando così inizio alla saga che vede come protagonista il poliziotto Gurmesindo Peña. Seguono Sentinel 44 (1985), Operativo Victoria (1988), Rojo Express (2010), Atentado V.I.P (2015) e Bala Morena (2016).

Mirko Zilahy (Roma, 1974)

Laureato in Lingue e Letterature Straniere, ottiene un dottorato in italiano al Trinity College di Dublino dove insegna Lingua e Letteratura Italiana. Ha pubblicato saggi su autori irlandesi e interventi su scrittori italiani contemporanei. È traduttore di inglese, editore e consulente editoriale. Il suo primo romanzo, È Così Che Si Uccide, il primo di una trilogia, viene pubblicato a gennaio del 2016 in Italia. Ad aprile del 2017 pubblica il sequel di È Così Che Si Uccide, La Forma del Buio, per Longanesi. L’ultimo capitolo della trilogia Così crudele è la fine, viene pubblicato da Longanesi a maggio 2018.

Carlos Salem (Buenos Aires, 1959)

Scrittore, drammaturgo e giornalista argentino, dal 1988 vive in Spagna dove ha lavorato a diverse pubblicazioni come El Faro de Ceuta , El Telegrama o El Faro de Melilla. Oltre a scritti per il teatro e a libri di poesia, ha pubblicato vari romanzi di successo. Come romanziere, ha debuttato nel 2007 con “Camino de ida”, che ha vinto il Memorial Silverio Cañada de la Semana Negra a Gijón 2008 per il miglior romanzo di First Police scritto in spagnolo. Con il secondo romanzo, “Matar y guardar la ropa” (Salto de Página, 2008), ha vinto il premio Novelpol per il miglior romanzo nero pubblicato in Spagna. Con “Pero sigo siendo el rey” espande il suo universo narrativo, così come col suo quarto romanzo, “Cracovia sin ti “, vincitore del Premio Roman Novel. “Jamón Calibre 45”, il suo quinto romanzo, segna il passaggio alla RBA. Tra le sue opere recenti, “En el cielo no hay cerveza” e “Mujeres con gato”

Rayco Pulido (Telde, Gran Canaria, 1978)

Laureato in Belle Arti all’Università di Barcellona, alterna il suo lavoro da docente con quello di disegnatore di fumetti. All’inizio della carriera partecipa a diversi concorsi e la sua opera viene selezionata per far parte dell’esposizione “El cómic en España después de la transición. 1980-2005”, organizzata dall’Istituto Cervantes.  Dal 2004 comincia a pubblicare fumetti lunghi, inizialmente come disegnatore, come in Final Feliz (2004), con sceneggiatura di Hernán Migoya o Sordo (2008), con sceneggiatura di David Muñoz, e successivamente come autore con Sín título 2008-2011. Nel 2013 pubblica Nela, un adattamento dell’opera di Benito Pérez Galdós Marianela, opera con la quale inizia il suo rinnovo stilistico e con Lamia riceve il Premio Nacional del Cómic nel 2017.

Paola Barbato (Milano, 1971)

Scrittrice e sceneggiatrice di fumetti, debutta nel 1999 con la serie Dylan Dog di Sergio Bonelli Editore. Ha pubblicato tre romanzi thriller per Rizzoli: Bilico (2006), Mani Nude (2008, Premio Scerbanenco), Il Filo Rosso (2010). Ha scritto il tema ed è stata co-autrice per Filmmaster per quanto riguarda la miniserie Nel Nome del Male con Fabrizio Bentivoglio diretta da Alex Infascelli. Nel novembre 2011, viene pubblicato online il suo webcomic DAVVERO. Dal 2012 lavora alla serie Le Storie, sempre per Sergio Bonelli Editore. Nel 2015 viene pubblicato il libro elettronico di Intermittenze, una raccolta di racconti inediti grazie alla quale si unisce definitivamente al team di Dylan Dog. Nel 2016 firma con Corrado Roi la miniserie Ut per Sergio Bonelli Editore e con Roberto Recchioni la miniserie Juric. Nello stesso anno pubblica in Wattpad il romanzo Non Ti Faccio Niente, pubblicato da Piemme a giugno del 2017. La sua ultima pubblicazione risale al 2018, lo So Chi Sei, per la casa editrice Piemme.

Vladimir Hernández (L’Avana, 1966)

Scrittore cubano di origine asturiana che vive in Spagna da molti anni; studia Ingegneria Metallurgica e Fisica all’Università dell’Avana. Tuttavia, fin da subito comincia a pubblicare racconti di genere fantascientifico e romanzo noir, inizialmente sotto lo pseudonimo Blade. Nel 2001 vince il Premio Terra Ignota per El correo González e nel 2004 e nel 2006 riceve il Premio Manuel de Pedrolo. Nel 2016 riceve il Premio Internacional de Novela Negra L’H Confidencial per il romanzo Indómito. I suoi ultimi romanzi pubblicati sono: Habana Réquiem (2017) e Habana Skyline (2018), serie poliziesca ambientata nella capitale cubana.

Ignacio del Valle (Oviedo, 1971)

Diplomato in Relazioni Industriali, Ignacio del Valle è uno scrittore spagnolo conosciuto principalmente per i suoi thriller storici. Nel 1999 pubblica De donde vienen las olas, il suo primo romanzo grazie al quale riceve il Premio Salvador García Aguilar. Tuttavia, le sue opere più conosciute sono quelle il cui protagonista è Arturo Andrade, serie iniziata con El arte de matar dragones (2003), alla quale seguono El tiempo de de los emperadores extraños (2006), Los demonios de Berlín (2009) o Soles negros (2016). Inoltre, lavora per diversi mezzi di comunicazione: collabora con El Comercio de Gijón, Panamá América o El viajero de El País e dirige il programma radiofonico Afinando los sentidos su Onda Cero.

Giampaolo Simi (Viareggio, 1965)

Simi si è sempre interessato al genere della narrativa, dalla fantasia all’horror, dal mistero al cinema nero. Attualmente è pubblicista e collabora con riviste e giornali. Debutta nel 1996 con il romanzo Il buio sotto la candela (Baroni), seguito da Direttissimi altrove (DeriveApprodi, 1999), Figli del tramonto (Hobby&Work, 2000), Tutto o nulla (2000, DeriveApprodi, ristampato da Mondadori), L’occhio del rospo (2001, Adkronos Libri). Per Einaudi Stile libero pubblica Il corpo dell’inglese (2004), Rosa elettrica (2007) e ha scritto un racconto per l’antologia Crimini italiani (2008). Per le edizioni E/O ha pubblicato La notte alle mie spalle (2012). Per Sellerio Editore Palermo ha pubblicato Cosa resta di noi (2015).

Rafael Guerrero (Madrid, 1969)

Laureato in Criminologia all’Università Complutense di Madrid, lavora da più di 25 anni come investigatore privato dirigendo la sua agenzia. Concilia la sua attività professionale con l’essere uno scrittore, pubblicando fino ad oggi tre opere appartenenti al genere del romanzo noir in cui lui stesso è il protagonista: Un guerrero entre halcones. Diario de un Detective privado (2010), grazie al quale riceve il Premio Novela Negra 2011 del Colegio de Detectives della Catalogna; Muero y vuelvo (2013) e Ultimátum (2015), che riceve il Premio Novela Negra 2016 della casa editrice Círculo Rojo. Tra i suoi lavori troviamo anche pubblicazioni accademiche, volumi culturali e antologie di racconti.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.