Le visite in esclusiva di Medea Art: “Klimt Experience”





Sabato 27 e domenica 28 ottobre l’Associazione Medea Artdedica ai suoi soci un fine settimana di arte e bellezza, tra “Klimt Experience” e il Salone Margherita.

La visita guidata alla Mostra “Klimt Experience” nella Basilica dello Spirito Santo, con auricolari e oculus, è un’esclusiva Medea Art.Una produzione multimediale che rivoluziona completamente l’immaginario comune della mostra d’arte. L’associazione accompagna i visitatori in un “viaggio” all’interno della produzione di Gustav Klimte nella storia di quel momento rivoluzionario che fu la Vienna di fine ‘800. Le opere del padre della Secessione viennese si incontrano sullo sfondo musicale dei capolavori di Beethoven, Wagner, Mozart. Grazie ad un’innovativa tecnologia, progettata in esclusiva per la video installazione, è stata possibile questa immersione nell’arte. Immagini, luci, colori, musica e suoni avvolgono il pubblico, integrandosi con il fascino della sede espositiva, la Basilica dello Spirito Santo. Si realizza una commistione tra tecnologia, arte e architettura. Ventiquattro proiettori laser trasmettono oltre settecento immagini sulle superfici dell’imponente e scenografico allestimento, riproducendo immagini e video in altissima risoluzione. Grazie agli oculusSamsung GearVR è possibile entrare nei quadri di Klimt. La sala degli specchi è l’ultimo stepdel percorso immersivo. Medea artè partnerdell’evento “Klimt Experience”, in convenzione esclusiva. La visita è fissata per sabato 27 ottobre e per domenica 28 ottobre, entrambi i giorni alle ore 10.30 e 17.

Ancora un appuntamento esclusivo, domenica 28 ottobre alle 10.30: visita guidata al Salone Margherita, che apre eccezionalmente le sue porte agli associati “Medea Art”.La Napoli della Belle Epoquecon i cafè Chantant, gli eventi folli di una città che disperatamente vuole peccare o fingere di farlo.
Si parte dalla Galleria Umberto I, lato via Verdi, entrando poi nel Salone Margherita dove sarà possibile visitare alcuni spazi d’epoca normalmente chiusi al pubblico. Gli ultimi momenti sono dedicati a un filmato d’archivio che racconta la nascita, i tempi d’oro e l’evoluzione del mitico Salone Margherita.






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.