I segni di ZakSlice nell’anima della Val d’Orcia dal 26 maggio al 26 agosto


I segni di ZakSlice nell’anima della Val d’Orcia dal 26 maggio al 26 agosto




A Pienza, nel suggestivo chiostro di San Francesco dal 26 maggio al 26 agosto la mostra delle originalissime opere del fotografo Andrea Lensini e del pittore Daniele Zacchini. I segni di ZakSlice nell’anima della Val d’Orcia

I segni di ZakSlice nell’anima della Val d’Orcia

E’ dedicata a uno dei paesaggi più belli del mondo, patrimonio dell’UNESCO, l’esposizione che propone singolari visioni tra pittura e fotografia

“I segni di ZakSlice nell’anima della Val d’Orcia”: è dedicata a uno dei paesaggi più belli del mondo, patrimonio dell’UNESCO, l’esposizione che propone le singolari visioni fatte di pittura e fotografia, frutto del nuovissimo progetto firmato da Andrea Lensini e Daniele Zacchini.

La mostra che sarà inaugurata il prossimo 26 maggio è ospitata a Pienza (SI), nel suggestivo Chiostro di San Francesco, che si affaccia davanti a uno scorcio mozzafiato della Val d’Orcia, dove lo sguardo accarezza un panorama dolce e composto che si allunga fino al materno profilo del Monte Amiata.




Il lavoro di ZakSlice parte proprio da questo universo visivo

Andrea e Daniele –entrambi senesi- si sono confrontati con un paesaggio a loro molto caro ma al
contempo conosciutissimo e celebrato da artisti di ogni tempo, cercando di raccontarlo in modo nuovo,
sorprendente, diverso.

A partire dalla tecnica usata per realizzare le opere, ovvero lo slice un complesso procedimento di
lavorazione che unisce materia ed emozione.

Si parte da uno scatto fotografico che viene stampato su una superficie sempre diversa, dall’affresco, al
legno, dal ferro all’acciaio fino a materiali di riuso. Quindi l’immagine viene interpretata pittoricamente
con l’uso di colore acrilico e spatola con l’obbiettivo di esaltare le linne essenziali che la caratterizzano.

Nulla è lasciato al caso: la ricerca di ZakSlice parte dagli studi di Fibonacci in modo particolare quelli
dedicati alla sezione aurea, anima e regola dell’universo, gioco della matematica a cui si ispirano la
natura, gli esseri viventi, le galassie, e da cui Daniele e Andrea traggono il senso estetico del loro “fare
arte”.

A Pienza saranno 23 le opere in mostra, di vario formato e capaci di restituire emozioni differenti.

“I segni di ZakSlice nell’anima della Val d’Orcia” è organizzata da ZakSlice in collaborazione con la
Terrazza del Chiostro e resterà aperta fino al 26 agosto.

L’ingresso è libero.

Orario: tutti i giorni, dalle ore 10 alle ore 22.

Andrea Lensini: fotografo professionista dal 1994, segue le orme del padre e con lo studio fotografico
Lensini Foto realizza innumerevoli pubblicazioni d’arte. Collabora con i più importanti centri culturali e
artistici tra cui The Getty Center For the History of Art della California, Metropolitan Museum di New
York, National Gallery di Londra, Shogakukan di Tokio. Tra le altre attività ha realizzato campagne
fotografichepubblicitarie.

Daniele Zacchini: dopo la formazione al Liceo Artistico si specializza nell’arte del restauro e acquisce
inoltre esperienze significative nel mondo della comunicazione visiva, della pittura a olio, nella
lavorazione del legno.

Inizia al sua attività artistica nel 1999 che lo vede negli anni protagonista di innumerevoli mostre
personali.

ZaKSlice: nel 2016 Andrea Lensini e Daniele Zacchini creano il marchio d’arte “ZakSlice” un progetto di
design per la valorizzazione dell’arte nel quotidiano attraverso l’abbigliamento, l’arredamento, gli oggetti
di uso comune (www.zakslice.it).



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*