Calendario Carnevali più belli del Lazio, da non perdere


Calendario Carnevali più belli del Lazio, da non perdere




Il periodo più variopinto dell’anno e anche il più divertente e nella nostra regione ci sono feste di carnevale bellissime organizzate dalle Pro Loco, dai comuni ma anche da associazioni. Controllate il calendario Carnevali del Lazio e mettete la spunta su quelli a cui vorreste assistere.  In Calendario tantissimi appuntamenti da non perdere per celebrare il Carnevale 2018 Lazio.

Calendario carnevali del Lazio, i più belli

ACQUAPENDENTE (Vt)

Nel Carnevale Acquesiano la maschera tipica è il Saltaripe che con il suo costume riporta ai colori dell’arcobaleno. A corredo del Carnevale c’è la Sagra della Fregnaccia, tipico dolce del periodo. Il martedì grasso in chiusura delle manifestazioni un fantoccio viene dato alle fiamme.
Sfilata e Sagra nei giorni 4 e 11 febbraio; Carnevale dei Bambini 8 febbraio; Veglione a chiusura del Carnevale 13 febbraio.

CIVITACASTELLANA (Vt)

Il Carnevale Civitonico viene festeggiato con una grande Carovana a cui partecipano più di 3000 figuranti che da Piazza della Liberazione arriveranno nel Centro storico dove ci sarà ad attenderli il rubicondo Puccio, seduto sul suo trono. Puccio verrà bruciato insieme al suo trono alla fine del Carnevale.
Sfilate nelle date 4 / 11 / e 13 febbraio.




Non potevano mancare ovviamente le sfilate delle scuole del territorio.

CERVETERI (Roma)

Tutto pronto per il Carnevale con Rioni a Cerveteri. Si comincia giovedì 8 febbraio con la sfilata a partire dalle ore 10.00 della Scuola Salvo D’Acquisto di Cerveteri. Venerdì 9 febbraio alle ore 09.00 sarà il turno dei bambini della Don Milani: una sfilata colorata nella Frazione di Borgo San Martino, che avrà come tema la flora e la fauna. Ultimo appuntamento, quello di martedì grasso, il 13 febbraio, con la sfilata e la grande festa in piazza dell’Istituto Comprensivo Giovanni Cena.

FRASCATI (Roma)

È uno degli appuntamenti più attesi di tutto il Lazio. Il corteo dei grandi Carri allegorici e delle Maschere tradizionali viene aperto dalla Carrozza del Re del Carnevale che porta con sé le chiavi della città, donategli dal Sindaco. A conclusione del Carnevale si terrà il funerale di Pulcinella, alto quasi cinque metri e dalle doti virili piuttosto voluminose, figura all’insegna della goliardia, che testimonia la fine del Carnevale.
Sfilate nelle date 4 / 8 / 11 / e 13 febbraio.

GENZANO (Roma)

Il Comune di Genzano di Roma – in collaborazione con la Pro Loco e con il contributo delle associazioni del territorio – promuove l’edizione 2018 del Carnevale genzanese. Domenica 4, giovedì 8 (Giovedì Grasso), domenica 11 e martedì 13 febbraio (Martedì Grasso) tra le vie della città sfileranno i carri allegorici, preparati grazie al prezioso supporto di cittadini volenterosi e associazioni locali. A Genzano ci saranno 4 sfilate di carri allegorici con diversi temi.

FROSINONE

Carnevale storico, con figuranti in abiti settecenteschi, racchiude, tra Carri allegorici, Costumi e Maschere, la Festa della Ràdeca che propone un rituale purificatorio collegato ai riti antichi di fertilità dell’epoca pagana. Si conclude con il rogo del Re Carnevale personificato a partire dall’800 dal generale francese Vachier, soprannominato Championnet.
Corteo il 13 febbraio.

LATINA

Tradizione immancabile per tutto il Lazio. Simbolo della manifestazione è il Cigno mentre la maschera locale è il Pontinello, dal vestito blu sabaudo e nero littorio. La presenza ai suoi piedi degli scarponi richiamano e simboleggiano i bonificatori delle Pianure Pontine.
Ancora in dubbio la Sfilata del 13 febbraio.

PONTECORVO (Fr)

Maschera ufficiale del Carnevale di Pontecorvo è il Burlicchio, dal variopinto vestito che ricorda Arlecchino; altra maschera importante è Mazzamavere la cui origine risale al periodo dei Saraceni. Altra figura classica è la Principessa, nata nel 1979 per far rivivere la memoria delle grandi serate di ballo.
Sfilate nelle date 4 e 11 febbraio; Parata mascherine per bambini 8 febbraio.

ROMA

Le origini del Carnevale Romano risalgono al Medioevo. La Maschera Romana più nota è quella del Rugantino. Antichissima è anche la tradizione culinaria del Carnevale che propone i tipici dolci, tra cui le castagnole e le frappe. Per il Carnevale, Vie e Piazze (Via del Corso, Piazza Navona, Piazza di Spagna, Piazza del Popolo e Piazza del Campidoglio) si trasformeranno in teatri a cielo aperto, affollati da maschere, clown e personaggi stravaganti. Anche il resto della città è pronto ad offrire appuntamenti per festeggiare il Carnevale.
Molte attività private festeggeranno il carnevale nelle loro strutture, molto interessante il carnevale tra i delfini a Zoomarine, inoltre per chi ama gli animali da non perdere l’appuntamento a Bioparco con il carnevale al Bioparco di Roma.
Dal 3 al 13 febbraio.

RONCIGLIONE (Vt)

Il Carnevale di Ronciglione, definito tra i Carnevali più belli d’Italia, è una delle manifestazioni più attese dell’intera provincia di Viterbo. I personaggi principali delle Maschere sono “Nasorosso”, una rappresentazione locale di Pulcinella e gli “Ussari” maschere modellate su soldati ungheresi del XV secolo. Il Carnevale Storico di Ronciglione ricalca il modello burlesco e propiziatorio dei Carnevali Rinascimentali e Barocchi riconoscibili nei Carri allegorici, nel rituale della morte del Carnevale, negli sbandieratori e nella corsa dei Barberi (un Palio storico ispirato alla corsa dei cavalli senza fantino della Roma Rinascimentale).
Manifestazioni carnevalesche nelle date 4 / 8 / 9/ 10 / 11 / 12 e 13 febbraio.

TIVOLI (Roma)

Il Carnevale Tiburtino è uno dei più importanti eventi carnevaleschi del Lazio. Le sue origini risalgono al XVI secolo quando il Cardinal Ippolito d’Este si stabilì a Tivoli. Solo dopo l’Unità d’Italia si aggiunsero i Carri allegorici. La Maschera tipica è lo Zi’ Baldone dall’aspetto baldanzoso che mette in mostra allegria e divertimento.
Manifestazione nelle date: apertura Carnevale e Corteo storico 17 gennaio; prima sfilata 28 gennaio; sfilate 3 / 4 / 10 e 11 febbraio; solo festa in centro città 13 febbraio.

VELLETRI (Roma)

Carnevale Popolare Veliterno con  in programma basato sulla tradizione che prevede quattro sfilate dei carri allegorici e dei gruppi mascherati rispettivamente: domenica 28 gennaio; domenica 4 febbraio; domenica 11 febbraio e martedì 13 febbraio. La festadei bambini è programmata per giovedì 8 febbraio e si svolgerà presso il Palabandinelli. La tipica Maschera di Velletri è il Gurgumiello.
Manifestazioni e sfilate nelle date: orari e programmi per il 4 / 8 / 11 e 13 febbraio non ancora definiti.

VIGNAVALLE (Roma)

Vignavalle, Vignanello e Vallerano si uniscono ancora per celebrare il Carnevale con cortei in maschera, sfilate, musica, colori e divertimenti. Il 4 febbraio Vignavalle aprirà il Carnevale con la sfilata di Carri allegorici, attraverserà Vallerano fino a Vignanello dove sarà posizionato il Puccio, “Re Carnevale” che verrà bruciato il 13 febbraio. Poi tutti in discoteca per l’elezione di Miss e Mister Martedì Grasso.

Manifestazioni e sfilate: cortei in maschera 4 / 11 e 13 febbraio; festa per bambini 8 febbraio.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.