Ai Mercati di Traiano l’accademia di Santa Cecilia sabato 23 settembre





Musica classica e non solo nella nuova apertura serale dei Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali realizzata in collaborazione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia sabato 23 settembre (dalle 20 alle 24 ultimo ingresso ore 23 – biglietto simbolico di un euro – QUI IL PROGRAMMA ). L’Ensemble di fiati della JuniOrchestra proporrà il concerto Musica alla corte di Francia e Inghilterra Barocca con brani di Lully, Philidor, Purcell e Handel mentre la Cantoria dell’Accademia si esibirà in una performance canora dal titolo Suggestioni Corali da Marenzio ai Queen.

Il week-end troverà la sua degna conclusione domenica 24 settembre alle ore 11.30 presso il Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese con il concerto gratuito realizzato in collaborazione con Roma Tre Orchestra intitolato Tra classica e blues, dall’ottocento a oggi, tra Italia e Stati Uniti.

Le due giornate rientrano nell’iniziativa “Nel week-end l’arte si anima” promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura. La programmazione è frutto della collaborazione con importanti istituzioni culturali cittadine quali: Casa del Jazz, Fondazione Musica per Roma, Teatro di Roma, Fondazione Teatro dell’Opera, Accademia Nazionale di Santa Cecilia e con le Orchestre dell’Università Roma Tre e di Sapienza Università di Roma.

PROMOZIONE “L’ARA COM’ERA”




Ancora in corso la promozione speciale per “L’Ara com’era”, in programma il venerdì e il sabato sera al Museo dell’Ara Pacis. Si potrà acquistare un biglietto d’ingresso ridotto presentando il biglietto vidimato degli eventi di animazione del week-end nei Musei in Comune (la promozione è valida per il weekend in corso o il successivo, salvo disponibilità). “L’Ara com’era” è il primo intervento sistematico di valorizzazione in realtà aumentata e virtuale di uno dei più importanti capolavori dell’arte romana, divenuto ancora più immersivo e coinvolgente. Grazie a due nuovi punti d’interesse in Realtà Virtuale, che combinano riprese cinematografiche dal vivo, ricostruzioni in 3D e computer grafica, è possibile immergersi nell’antico Campo Marzio settentrionale e assistere alla prima ricostruzione in realtà virtuale di un sacrificio romano.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.